Happy sprint, happy mint!

…Happiness…

Il piatto della felicità è un cofanetto rotondo di zucchina riempito di risotto alla menta e adagiato su strisce di salmone. E’ fatto di incontri su più dimensioni, ben riusciti. Incontri felici. Tutto è iniziato da un tema, la primavera.

La primavera è la stagione del risveglio. Le piante, svestite dal freddo, espandono la loro essenza vitale rinverdendo e germogliando. Stessa cosa per le persone. Si è più propensi a uscire fuori, incontrare gente, aprirsi al mondo. La freschezza, come un filtro invisibile presente nell’aria, contagia e dà un pizzico di euforia rinvigorente. Sono uscita di casa stamattina e ho sentito la primavera su di me. Ho raccolto le sensazioni che mi ha lasciato addosso, le ho ricomposte creandone una composizione culinaria. 

Ho cercato di mettere insieme elementi che rappresentassero il calore e la freschezza. Ho svuotato una zucchina chiara, tondeggiante, che ho cotto al vapore per una decina di minuti. Nel frattempo ho preparato il risotto aggiungendo le parti di zucchina avanzate e foglie di menta sminuzzate a fine cottura. Ho tagliato il salmone a strisce e l’ho adagiato su un piatto ovale, con delle foglie di menta. L’accostamento cromatico verde-rosato ha creato un bel richiamo agli alberi in fiore, e un effetto espansivo-rilassante ai sensi. In questo piatto, le tonalità si rafforzano reciprocamente facendo emergere i toni caldi. Il profumo e il sapore fresco della menta dà carattere al risotto che in sè è morbido e dolce. Le linee  curve, e avvolgenti, coinvolgono per intero i sensi in questa esperienza di food. Il cofanetto un po’ croccante accompagna un gusto primaverile solare e fresco. Il salmone ricorda, invece, la freschezza acquea e la sua consistenza vellutata, leggera, si abbina ai vari elementi in maniera elegante e composta. 

Piccoli pezzi messi assieme, composti, assemblati in un unico piatto denso di emozioni. Siamo ciò che mangiamo, ma soprattutto ciò che sentiamo. Esseri sensibili ai cambiamenti di cui siamo parte, ai dettagli che rendono unici i nostri momenti. Questo piatto è l’esempio di come possa nascere qualcosa di bello e buono a partire dall’ascolto del macrocosmo esterno e del microcosmo interno. La felicità è mixare i due mondi ed emerge dall’armonia e dall’equilibrio delle due parti.


La felicità  è la degustazione di un sentimento.

Annunci

Pubblicato da

Foodiana

Ho l'animo nomade, lo spirito mutevole, i piedi per terra, la testa per aria e le mani nel digital. {food lover, addicted to social media, art and travelling} Paris - Turin - Sicily

One thought on “Happy sprint, happy mint!”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...