Il Cielo d’Irlanda ~ parte 2

Amici,

domani sarò a Dublino per lavoro. Parto giovedì, torno domenica a Wroclaw. Considerato che venerdì sarò tutto il giorno impegnata in ufficio, l’unica giornata piena per godermi la città (che già conosco) e regalarvi qualche spunto culinario e non è sabato.

Intanto, vi lascio con un post su Dublino che risale a Febbraio di quest’anno.

Allora, scrivevo così

Dublino è una città rilassata e rilassante. Fortunatamente ho trovato un bel sole ad accogliermi, quindi inizio subito col dire che il tempo non ha fatto schifo. Voglio sfatare il luogo comune che vede dubliners e non girovagare con l’ombrello. Io non l’ho aperto per 2 giorni consecutivi.

Perché rilassata? La gente. Ommioddio, la gente! I dubliners sono friendly. Stop. Aperti a nuove conoscenze, aperte al diverso, aperti al viaggio e sempre presi bene. Sarà la birra? Sarà perché lì si vive veramente bene? Sarà perché sono abituata a vedere italiani incazzosi o perché soltanto vivo in un Paese il più delle volte incazzoso e restio ad accettare la diversità? Sarà un po’ per tutto questo.

Perché rilassante? A Dublino ti viene voglia di camminare, spesso in mezzo alla strada. Metterti lì in mezzo, seguire il flusso, il va e vieni di chi intona qualche inno gaelico, dei turisti che si confondono egregiamente con gli irlandesi. Insomma, a Dublino esci e cammini. Lo fai senza dover per forza prendere un autobus o uno di quei taxi americanissimi che vanno in giro con i led gialli. Girare a piedi, oltre che low cost, è il modo migliore per godere della splendida vista e conoscere la città. Che è verde, raccolta, gioviale, accogliente e bella.

Mi sono innamorata di Dublino. Si vede? E non potrebbe essere altrimenti. La città è il luogo perfetto per un weekend breve ma intenso.

Vi lasciavo anche con una gallery fotografica che potete vedere qui: “Il cielo d’Irlanda ma anche la gente, la guinness, il food.”

A febbraio ero piena di sogni, in particolare ne avevo uno che ho già realizzato. Adesso mi ci trovo dentro e giorno dopo giorno apprezzo la meraviglia che ho tra le mani e il fatto di vivere all’estero. Non posso chiedere di meglio al momento, per cui questi ultimi 2 mesi dell’anno non saranno pretenziosi. Rifletterò, piuttosto, su quel che mi serve per completarmi come persona, prima di fare un passo ancora più lungo. Adesso mi sento più completa rispetto a un anno fa e libera. Di viaggiare, di raccontare, di sentire addosso a me la gioia, il buio, il dolore, l’amore e vivere tutto questo sulla mia pelle, a random.

Ci sentiamo nel weekend. Felice di leggervi, felice d’esser letta.

Foodiana

Annunci

Pubblicato da

Foodiana

Ho l'animo nomade, lo spirito mutevole, i piedi per terra, la testa per aria e le mani nel digital. {food lover, addicted to social media, art and travelling} Paris - Turin - Sicily

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...